Obbligo dei vaccini per l'accesso alle scuole per l'infanzia

Con l’ormai imminente ripartenza del nuovo anno scolastico, come previsto dalla nuova normativa congiunta del Ministero della Salute e del Ministero dell’Istruzione, a partire dal corso 2017/2018 diventa obbligatorio per i genitori presentare adeguata documentazione della situazione vaccinale  dei propri figli per consentire l’accesso agli ambienti scolastici e non incorrere in significative sanzioni. La norma prevede per quest’anno tempi e modalità diverse per ciascun ordine d...

Con l’ormai imminente ripartenza del nuovo anno scolastico, come previsto dalla nuova normativa congiunta del Ministero della Salute e del Ministero dell’Istruzione, a partire dal corso 2017/2018 diventa obbligatorio per i genitori presentare adeguata documentazione della situazione vaccinale  dei propri figli per consentire l’accesso agli ambienti scolastici e non incorrere in significative sanzioni. La norma prevede per quest’anno tempi e modalità diverse per ciascun ordine di scuola e crediamo sia cosa utile sintetizzare i tempi da rispettare e i documenti di presentare per facilitare sia le famiglie che la segreteria dell’Istituto Comprensivo di Fagnano Olona in via Pasubio, in questo laborioso compito di raccolta dati. L’adempimento degli obblighi di vaccinazione costituisce  requisito di accesso per l’iscrizione ai servizi per l’infanzia e alle scuole dell’infanzia, comprese le scuole private non paritarie. Per gli altri gradi di istruzione, primaria e secondaria invece, il predetto adempimento non costituisce requisito d’accesso o agli esami. Per il prossimo anno scolastico, la legge prevede una fase transitoria, considerati i tempi di approvazione della stessa e i tempi ristretti delle iscrizioni. Per l’anno scolastico 2017/18, dunque, la documentazione comprovante l’avvenuta vaccinazione o la dichiarazione o l’esonero, l’omissione o il differimento va presentata entro il  10 settembre 2017   per i servizi educativi e le scuole per l’infanzia , ivi incluse quelle private non paritarie, oppure entro il  31 ottobre 2017, per le scuole primarie e secondarie di I e II grado e per i centri di formazione professionale. La mancata presentazione della documentazione sopra citata, come indicato dalla circolare Miur, dovrà essere segnalata dai dirigenti scolastici all’ASL territorialmente competente entro 10 giorni dai termini prima indicati. È possibile, inoltre, presentare una dichiarazione sostitutiva della documentazione che, in tal caso, va poi integrata entro il  10 marzo 2018.   È stato attivato da parte del Ministero della Salute un servizio di informazioni dettagliato tramite il sito istituzionale  o chiamando il  numero verde  1500  messo a disposizione dallo stesso Ministero. Anche tutto il personale scolastico è tenuto a presentare autocertificazione della propria situazione vaccinale.