Il Grande Oriente d’Italia festeggia la Repubblica

Il passaggio chiave nel comunicato del Grande Oriente a favore della Repubblica: La Repubblica è e deve sempre essere lo spazio aperto in cui le diverse sensibilità e visioni politiche e i legittimi interessi di parte trovano una collocazione e una palestra per confrontarsi, anche animatamente ma democraticamente, dimostra quanto grande sia l'attaccamento e il rispetto dei massoni verso le istituzioni italiane.
E che non sia uno slogan di circostanza lo dimostra anche la costituzione e il regolamento presente nel sito del GOI, che alleghiamo alla presente a dimostrazione della genuina considerazione verso la Repubblica.

nota del Grande Oriente che festeggia la festa della Repubblica

La Festa della Repubblica e’ la lieta e doverosa celebrazione di una Libertà e di una Democrazia ritrovata 72 anni fa dopo un periodo di infausti regimi e di sanguinose guerre che infiammarono l’Europa e il Mondo. Questa data ci ricorda la nascita e la perpetuazione di un grande patto di solidarietà per il bene comune che tanti padri nobili della Patria, fra i quali il nostro fratello massone Meuccio Ruini – Presidente dell’Assemblea dei 75 – fecero per ridare speranza e un futuro illuminato dai raggi del sole alla nostra amata Italia.

Noi massoni, in tutti questi anni, abbiamo fornito lealmente il nostro piccolo contributo, mattone dopo mattone, prima alla costruzione e poi al rafforzamento delle basi su cui poggiano le salde colonne della Costituzione con dignità, rispetto ed orgoglio.

Oggi più che mai, in questa difficile e travagliata fase per la nostra Nazione, i massoni del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani ribadiscono la loro radicata, profonda e ineludibile fiducia nella Carta Costituzionale.

La Repubblica è e deve sempre essere lo spazio aperto in cui le diverse sensibilità e visioni politiche e i legittimi interessi di parte trovano una collocazione e una palestra per confrontarsi, anche animatamente ma democraticamente. Quando si nutre della partecipazione di tutti, essa è autorevole e non teme alcun conflitto, perché, al contrario, lo sa governare, garantendo da ogni deriva discriminatoria le libertà fondamentali dei suoi cittadini. La Libertà è anche responsabilità ed oggi tutti quanti dobbiamo rimanere uniti e lavorare al bene comune che è l’Italia. Per non disperdere il prezioso dono che ci è stato dato leggiamo e facciamo leggere le auree parole scritte nella Costituzione.
Usiamole come una preziosa bussola nella saggia ricchezza che quelle norme sprigionano con forza e coraggio.
Viva la Repubblica, viva la Costituzione, viva il Grande Oriente d’Italia!