nutella: La Corte d’appello di Bruxelles ha dato ragione alla Ferrero

0
189
pane e nutella
pane e nutella

La nona camera della Corte d’appello di Bruxelles ha ordinato al gruppo Delhaize di interrompere la campagna sul cioccolato “senza olio di palma” che penalizzava la nutella

Stravolgendo la sentenza di primo grado che nel 2015 aveva dato torto al gruppo di Alba, la Corte d’Appello ha ordinato al gruppo Delhaize di cessare la campagna sulla cioccolata spalmabile certificata “senza olio di palma”, fissando un plafond di penalità di un milione di euro.

un mondo di nutella
un mondo di nutella

La tesi della Ferrero era che la campagna della società belga fosse «menzognera, ingannevole, e denigratoria» verso Nutella e che le dichiarazioni sull’ambiente e sulla salute della campagna di Delhaize avessero il solo l’obiettivo di denigrare la Nutella, che appunto contiene olio di palma.

Nella sentenza di circa 70 pagine, la Corte afferma che Delhaize ha reso dichiarazioni comparative illegali perché non verificabili e quindi non obiettive. Secondo i giudici, Delhaize facendo credere che la propria cioccolata spalmabile fosse migliore per la salute poiché priva di olio di palma, ha alterato il comportamento del consumatore.

La Corte ha pertanto ordinato al gruppo di interrompere la campagna sul cioccolato “senza olio di palma”, prevedendo una penalità di 25mila euro a violazione (o qualsiasi diffusione, carta o via web, la sua campagna), con un massimale totale di sanzioni di un milione di euro. Dalla sentenza si rileva che la corte d’appello ha confermato che è illegale affermare che un prodotto senza olio di palma sia migliore de facto per la salute o l’ambiente rispetto prodotto contenente olio di palma.

Somma Lombardo 03 giugno 2017

La redazione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here