Equitalia potra’ pignorare i conti correnti

0
196
Equitalia un contribuente su due ha debiti
Equitalia

A partire dal 1° luglio 2017 Equitalia verrà assorbita dall’Agenzia delle Entrate andando così a costituire un nuovo ente pubblico che diventerà pertanto anche soggetto riscossore.
Questo passaggio permetterà a Equitalia di attingere dalle banche dati in possesso del Fisco e di poter quindi vedere anche le somme di denaro depositate sui conti correnti del contribuente.
Cosa vuol dire?
Che in presenza di multe o cartelle non pagate (per esempio dai contributi pensionistici al bollo auto), scatterà il possibile pignoramento e seguirà il prelievo diretto dal conto della somma da saldare.
Il nuovo procedimento non sarà però automatico.
Il contribuente prima di tutto riceverà avvisi e solleciti di pagamento.
Dopodiché avrà 60 giorni di tempo per mettersi in regola. Come? Pagando tutto subito, chiedendo di rateizzare l’importo oppure opponendo ricorso.
In mancanza di almeno uno di questi passaggi e trascorsi i 60 giorni di tempo, la nuova Equitalia passerà al recupero coattivo, incluso anche il pignoramento del conto corrente come già disciplinato dal DL 203/2005 (art. 72 bis del DPR 602/1973).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here