MERCATO del BARATTO: un tuffo nel passato per Saronno

0
331

MERCATO del BARATTO: un tuffo nel passato per Saronno

13 Maggio 2017 Alessandra Meola

 

Domenica 21 Maggio a Villa Gianetti si apriranno ancora una volta le porte del mercato che al suo debutto l’anno scorso ha riscosso l’entusiasmo di tutti: il mercato del baratto.

Se dal titolo potrebbe suonare come un balzo all’indietro di molti secoli, quando ancora l’economia si fondava su questo scambio di valori , per compensare l’assenza di conio, nell’essenza sarà una proiezione attualissima del nostro reale: il perno concettuale attorno a cui ruoterà sarà , infatti, sensibilizzare tutti sullo spreco e sull’idea del riciclo.

Dalle 14.30 alle 18.30, chi vorrà dar via qualcosa che non usa più, ma in buono stato, potrà portarlo con sé e in seno all’iniziativa scambiarlo con un gettone con il quale “comprarsi” dell’altro di suo interesse.

Saranno allestiti più stand a disposizione dei visitatori, di oggettistica, fumetti e vestiti, come ha spiegato l’assessore all’Ambiente Giampietro Guaglianone, per ricordare che tutto ciò che non usiamo più e che ai nostri occhi può apparire ormai svuotato di senso, a qualcun altro sembrerà, invece, prezioso e nuovo.

 

La manifestazione, non a caso, vede fra i suoi promotori oltre che al Comune la stessa Econord, notoriamente preposta allo smaltimento dei rifiuti cittadini e alla pulizia stradale.

 

Contestualmente all’evento verranno a tal proposito offerte parentesi educative sul tema del riciclo e dell’attenzione allo spreco: ai più piccoli si mostrerà come riutilizzare carta e cartoncino, mentre ai più grandi si riveleranno i segreti per creare un buon compost organico con gli avanzi di casa e gli scarti della cucina. Queste compostiere -ha spiegato l’assesore-ricreano l’humus necessario per la crescita rigogliosa dei vegetali e nutrono la terra.

A spiegare come si fa-ha proseguito-saranno proprio gli studenti delle scuole che hanno accolto l’iniziativa dell’orto botanico: un buon metodo per imparare a responsabilizzarsi e a capire il valore della vita e della cura .

 

A corollario di ciò, per chi volesse apprendere alcune tecniche di manutenzione e ripristino della propria bici, potrà ascoltare i consigli degli esperti di un laboratorio ciclistico, che insegneranno come metter a punto sterzo ruote e freni.

 

La partecipazione è gratuita e  basterà iscriversi in loco, al parco della villa al momento dell’inizio dell’evento.

 Un momento di scambio ,dunque , non solo di cose ma anche di idee per un futuro più civile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here