Cascina Paiosa recupero del Vecchio rudere a Saronno

0
432
Saronno Cascina Paiosa
Cascina Paiosa

Sulla scia di un rilancio dell’estetica cittadina, la Maggioranza comunale ha proposto, infatti, di tramutare la Cascina Paiosa in varco d’accesso al Parco del Lura

11 Maggio 2017 Alessandra Meola

Dopo le aspre critiche in Consiglio comunale all’approvazione del bilancio, che aveva riscosso la bocciatura di Pd e Cinque Stelle, qualcosa si è smosso, a beneficio dei cittadini.

Fra i vari punti focali su cui specialmente Nicola Gilardoni, esponente del Partito Democratico, aveva dibattuto, vi era infatti il tema del recupero della Cascina Paiosa , un vecchio rudere che si erge in prossimità dell’ingresso all’area verde del Parco Lura ( nella foto ponte strallato).

 

In vero un progetto a riguardo era già stato partorito nel 2013, vincendo il bando e le sovvenzioni dalla Fondazione Cariplo, nella quota di 290mila euro.

Tuttavia questo piano era più imperniato su una riqualificazione dell’habitat circostante, con la proposta di nuove piantumazioni, ma non rivoluzionava lo stabile, di proprietà comunale: ora, invece,  l’idea di nuova matrice , riformulata e pianificata dalla giunta di Fagioli, vorrebbe allargare gli orizzonti.

 

Il disegno, già avanzato nell’aprile 2016, ha trovato proprio in questi giorni l’agognato beneplacito  dall’Istituto di credito, mecenate dell’iniziativa, e parrebbe guadagnarsi anche  il plauso di tutti.

 

Sulla scia di un rilancio dell’estetica cittadina, la Maggioranza comunale ha proposto, infatti,  di tramutare la Cascina in varco d’accesso al Parco del Lura e di puntare ad una certa espansione volumetrica, annettendola ad un’ area servizi , un info point, e uno spazio per il noleggio delle bici.

Una nuova accoglienza visiva, così, abbraccerà lo sguardo dei visitatori, e regalerà loro molteplici strumenti di comunicazione e fruizione della zona.

 

Adesso-ha spiegato Giampietro Guaglianone, assessore all’Ambiente- giocherà un ruolo portante la cooperazione con i sodalizi cittadini  e l’ascolto delle istanze del quartiere, per espandere i consensi e rispettare le esigenze.

 

Parola d’ordine, dunque,  confronto e apertura alle critiche, poiché solo in questa la chiave, si potrà restituire lustro e smalto al vasto bacino verdeggiante del Lura e alla città di Saronno che lo ospita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here