migrazione: nuovi arrivi in Lombardia

0
364
migranti Simona Bordonali
Simona Bordonali

Piano migrazione: nella nostra regione sono in arrivo 4.600 nuovi migranti

Oggi in Lombardia ci sono ufficialmente 23.700 migranti, ma secondo l’ultimo piano di ripartizione del Viminale potrebbero arrivarne altri 4.600 portando il totale a 28.300. il costo dell’operazione raggiungerebbe il costo di 1 milione di euro al giorno.

migranti Simona Bordonali
l’Assessore Simona Bordonali

L’assessore alla Sicurezza, protezione Civile e Immigrazione della regione Lombardia ha dichiarato che “Nonostante le promesse fatte e le tante parole spese, in materia di immigrazione il Governo continua a dimostrarsi dannoso per la Lombardia”.

“Il nuovo piano di ripartizione –ha aggiunto Simona Bordonali– tiene conto solo del numero di abitanti della Lombardia e non del fatto che nella nostra regione vivono già oltre 1,3 milioni di immigrati, ossia il 13 per cento della popolazione contro una media nazionale dell’8 per cento”.

“Purtroppo il governo Gentiloni è in perfetta continuità con quello di Renzi: sul tema dell’immigrazione registriamo tante belle parole, ma nessun risultato. Rispetto all’anno record del 2016 infatti gli sbarchi sono addirittura in vertiginoso aumento: siamo ormai a +23,8 per cento. In tre mesi e mezzo in Italia sono sbarcate 27 mila persone”.

Secondo l’ultimo piano di ripartizione relativo alla migrazione, alle province lombarde spetterebbero in totale 28.300 richiedenti asilo così distribuiti:

Bergamo 3.353
Brescia 3.624
Como 1.897
Cremona 1.210
Lecco 1.037
Lodi 688
Mantova 1.162
Milano 7.774
Monza e Brianza 2.358
Pavia 1.970
Sondrio 662
Varese 2.565

migrazione Mateo Bianchi sindaco di Morazzone
Mateo Bianchi sindaco di Morazzone

Varese sarà, tra le province lombarde, sarà quella che dovrà dare maggiore disponibilità. nell’ospitalità dei migranti e questo non potrà evitare che si scatenino forti polemiche e contestazioni, a cominciare da Matteo Bianchi segretario provinciale della Lega Nord Matteo Bianchi e Sindaco di Morazzone, che critica pesantemente le nuove disposizioni governative: «È una situazione che sta diventando insostenibile. L’unica soluzione è quella di fermare i flussi migratori impedendo le partenze dal Nord Africa. Ma non sembra esserci la volontà politica per mettersi al lavoro».

Somma Lombardo 19 aprile 2017

La Redazione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here