Migranti 8.500 arrivi in tre giorni con 13 morti

0
135
Migranti e traghetti della morte
I traghetti della morte

Sono già 35 mila i migranti arrivati nel 2017

Il lavoro dei “traghetti della morte” è stato intenso nel fine settimana, con il tempo bello e il mare piatto hanno fatto una raccolta numerosa imbarcando sulle coste libiche migliaia di persone in attesa di essere traghettate. Nonostante tutto anche stavolta si sono contati 13 morti da venerdì.

Sette persone sono morte dopo essere finite in acqua perché un gommone si è sgonfiato, ormai li imbarcano su mezzi improponibili, tanto i “traghetti della morte” costeggiano per caricare la loro merce umana.

i traghetti della morte per i migranti

2.000 persone sono state imbarcate venerdì, 4.500 sabato e 2.000 domenica.

I “traghetti della morte” hanno lasciato la costa col loro carico di disperati e stanno facendo rotta verso l’Italia, destinate in porti diversi, mentre al Viminale sono in corso procedure per definire la distribuzione dei migranti.

Non sia mai che si dia troppo a qualcuno e poco a qualcun altro: le spartizioni “hanno da essere fatte a modo”.

Nel corso del 2017 l’affare sta diventando sempre più corposo, contando anche quelli in viaggio sui “Traghetti della morte” stiamo arrivando a 35 mila ben oltre a quelli arrivati nello stesso periodo lo scorso anno (il 2016 è stato record con 181 mila traghettati).

Il sistema di accoglienza è già al tutto esaurito, con 175.450 persone ospitate ed il piano concordato con l’Anci per una distribuzione diffusa tra tutti i Comuni stenta ad ingranare per la mancata adesione di diversi sindaci.

La gestione dei migranti incide pesantemente sulle casse dello stato, nel 2017 le spese per finanziare questa nuova industria della importazione, lavorazione e stoccaggio degli umani potrebbero salire fino a 4,6 miliardi di euro (un miliardo in più del 2016).

Questa nostra nuova industria, caratteristicamente italiana, continua ad espandersi, finanziata dallo Stato, e ad interessare un numero sempre maggiore di operatori. Visto il panorama nazionale che mostra aziende in grave difficoltà con esubero di lavoratori e scarsità di commesse lo stato ha deciso di puntare sul business della importazione, lavorazione e stoccaggio degli umani.

Gallarate 18 aprile 2017

Fabrizio Sbardella

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here