Massoneria/GRANDE ORIENTE DEPOSITA RICORSO Corte Europea dei diritti dell’uomo

riaffermare lo spirito e il senso dei principi costituzionali

0
2398

Depositato il ricorso alla Corte Europea dei diritti dell’uomo

Il Grande Oriente d’Italia comunica di aver depositato dinanzi alla Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo ricorso ex art. 34 della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo unitamente a una istanza di provvedimenti cautelari ex art. 39 del regolamento di Procedura della Corte EDU, avverso le iniziative poste in essere dalla Commissione Parlamentare d’inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle associazioni criminali, anche straniere, e dai suoi componenti, culminate nel provvedimento di perquisizione e sequestro del 1° marzo 2017, e nelle successive attività fortemente discriminatorie comunque poste in essere anche in violazione della legge istitutiva nr. 87/2013.

Oltre alle iniziative già prese dinanzi alla competente Magistratura, il ricorso trova la sua ragione nella inesistenza di rimedi giurisdizionali propri nazionali nei confronti del provvedimento emesso dalla Commissione, inesistenza più volte riaffermata anche successivamente alla nota sentenza delle Sezioni Unite della Suprema Corte del 12 marzo 1983 n. 4.

Il Grande Oriente d’Italia intende con tali azioni riaffermare lo spirito e il senso dei principi costituzionali calpestati dalle iniziative poste in essere oggi soltanto in danno della Libera Muratoria ma comunque  potenzialmente dannose per la libertà di associazione e per la tutela della riservatezza delle persone.

L’azione del Grande Oriente d’Italia prosegue in linea con le dichiarazioni del suo Gran Maestro Stefano Bisi da noi intervistato.

La logica seguita non riguarda solo il caso del sequestro degli iscritti, poi in realtà restituiti.., visto che si usa la logica politica dell’annuncio e poi si sa come va a finire, visto che eventuali addebiti giudiziari vanno riferiti al singolo e non al gruppo, associazione o partito che sia.

Il fine dievamo, è ristabilire le regole del “gioco” democratico con ” pesi e contrappesi” come si diceva una volta, con la divisione dei poteri tanto per essere chiari e non la politica “pigliatutto” che gestisce e governa ( male visti gli esiti generali).

La lotta del Grande Oriente riguarda principi generali di democrazia e libertà che partono da lontano, come dimostrano i più sostenitori dei principi massonici:scrittori, filosofi, letterati · Musicisti · Pittori, scultori, architetti · Re, capi di stato · Statisti, politici · Scienziati · Patrioti · Esploratori, pionieri, trasvolatori.

Ed è per questo che “ingabbiare” o perlomeno tentare di fare un recinto attorno con regole ad hoc, non esiste e non spuò esistere per unassociazione transnazionale storica.

Ne vedremo delle belle, scommettendo purtroppo che l’Italia verrà nuovamente condannata per questi attegiamenti persecutori, visto che prove non ce ne sono.

Giuseppe Criseo

Varese Press

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here