Formazza, conteggiati 160 cervi ieri sera

0
2605

Serata di lavoro ieri sera fino a notte inoltrata per il sindaco di Premia, Fausto Braito, per la conta dei cervi presenti a Formazza.
La “conta” non priva di difficoltà, visto che non ci si può avvicinare agli animali selvatici, e’ stata fatta da lontano con un lampada potente che illuminava per parecchi metri in lontananza.
Un lavoro certosino e non semplice, costeggiando la strada ma anche entrando in stradine secondarie in piena notte e col freddo di questi giorni ( -2° ieri sera).
Risultato: 160 cervi censiti.
Un risultato positivo per gli interessati visto che: “La popolazione dell’Alpe Veglia e Devero conta, all’epoca del bramito, circa 160 capi, mentre quella del parco dell’alta valle Antrona ne conta almeno 60.” dati di aree protette dell’Ossola, http://www.areeprotetteossola.it/it/natura-e-ricerca/fauna/il-cervo, quindi un innalzamento degli animali con tutti gli aspetti positivi per i naturalisti e i cacciatori che aspettano di poter intervenire, ma anche qualche rischio per gli automobilisti-turisti che si aggirano per visitare le bellezze della valle.
Ricordiamo che i cervi arrivano dalla vicina svizzera, sia dal Canton Vallese che dal Canton Ticino e scendono dalle zone alpine in valle alla ricerca di cibo e acqua, per questo capita di trovarli attraversando l’unica strada che porta da Crodo a Formazza.
Uno spettacolo tra metà settembre e metà ottobre che corrisponde al periodo degli amori, in cui si sentono i richiami tra maschi e femmine, i cosiddetti bramiti.
Alleghiamo un video per gli amanti del genere

foto di repertorio
cervo rosso

Giuseppe Criseo
Varese Press

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here