CLIVIO, TRUFFATORI IN AZIONE CON LA SCUSA DELLO SPECCHIETTO ROTTO

0
1229

Tra le tante truffe che girano che vanno alla grande c’e’ la solita e tanto diffusa truffa dello “ specchietto”.

I truffatori si avvicinano magari alla coppia di anziani al volante oppure alla donna da sola in auto, fanno rumore, bloccano un’auto e fanno vedere alla vittima uno specchietto strappato alla loro auto chiedendone il rimborso.

E’ accaduto anche a Clivio in due casi recenti, almeno quelli di cui si e’ venuti a conoscenza,  in piazza Scarpazza.

Alla discussione seguita con la richiesta di fare intervenire i Vigili o la i Carabinieri per dirimere la controversia, i “ furbetti” si sono dileguati.

Semplice e alla portata di tutti, ma  in caso di dubbio anche solo fare finta di fare una telefonata può scoraggiare i truffatori, e se poi come auspicabile si fa davvero si può cercare di farla smettere a questi malintenzionati in cerca di soldi facili.

La descrizione dei visi e dei particolari di questi ” signori” ( si fa per dire) potrebbe essere decisiva per assicurarli alla giustizia.

La truffa dello specchietto e’ una di quelle più ricorrenti, ma se ne inventano di ogni tipo, da quello che rovescia un gelato o una bevanda e con la scusa di pulire sfila il portafoglio dalla borsetta, oppure chi offre orologi o anelli di dubbia provenienza.

Una volta si usavano finte eredità o finti tesserini o false divise per attrarre e indurre ad aprire casa o auto.

Ultimi consigli : non lasciare oggetti che inducano al furto come borse, cellulari ma anche buste con indirizzi di casa e a fianco le chiavi di casa.

Tenere in memoria il 112 e il 118 può essere utile a velocizzare la ricerca di aiuto.

Giuseppe Criseo

Varese Press

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here