Tetraplegico di 28 anni recupera l’uso del braccio

0
60

paralizzato

mano
Nathan Copeland

 

 

 

 

 

 

Nathan Copelandun ragazzo di 28 anni rimasto paralizzato dopo un incidente stradale
Grazie al programma Revolutionizing Prosthetics dell’agenzia statunitense si e’ creato un collegamento tra il cervello e un braccio robotico. Il ragazzo e’ rimasto tetraplegico per colpa di una lesione al midollo spinale: “Posso sentire quasi ogni dito, è una sensazione davvero strana”.
Queste sono le state le sue dichiarazioni, dopo il collegamento che e’ stato monitorato anche bendando il paziente:
“A volte la sensazione è di scarica elettrica, altre volte di pressione, ma per la maggior parte delle volte, posso indicare le singole dita con precisione definita. È come se le mie dita venissero toccate o spinte”.
Un miracolo? No l’avanzare della tecnologia per l’uomo che dà frutti dove si investe si insiste nella ricerca, dove si valorizzano gli scienziati e si danno loro le risorse.
Esperimenti che necessitano di grandi capitali che possono dar luogo a grandi scoperte, da noi si spende per gli aerei presidenziali…

Giuseppe Criseo
Varese Press

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here