Ritorna il festival del Cortometraggio nato ad Angera nel 2013

Saranno presenti i migliori cortometraggi selezionati tra produzioni locali, nazionali ed internazionali.

CortoMaggioreAngera

 

Domenica 15 luglio alle ore 21.00 ritorna  il festival del Cortometraggio nato ad Angera nel 2013, dall’idea di Fabrizio Zaninelli e Pierluigi Parnisari,  quest’anno organizzato in collaborazione con il Comune di Angera. 

Saranno presenti i migliori cortometraggi selezionati tra produzioni locali, nazionali ed internazionali.

La meravigliosa cornice della piazzetta Sama, via M. Greppi, impreziosita dal dipinto del giovane writer varesino Andrea Ravo Mattoni,  ospiterà la rassegna  con la partecipazione di registi e scrittori. 

Tra i titoli:

Dal Festival del Cinema Nuovo “Quando avrò cent’anni” regia di Roberto Sgrò;

Realizzati per il festival:

Sent chi l’è chel parla” il primo cortometraggio realizzato per volontà dell’Amministrazione di Angera, diretto da Matteo Jamundo in collaborazione con Francesco Ponti, Carlo Maria Baranzini e Luca Predron. Questi giovani angeresi hanno lavorato al progetto omonimo del Comune di promozione di cultura cinematografica e audiovisiva. Volevamo giovani filmaker emergenti che facessero rivivere con i loro occhi le memorie e il dialetto locale, dando continuazione al progetto “Angera le radici nel dialetto”, che prevede il meticoloso lavoro di creazione del dizionario in dialetto angerese. Questo progetto vede coinvolti i giovani in interviste ad alcuni angeresi che ancora conservano le memorie delle tradizioni locali, che raccontano la nostra storia e le curiosità del passato, ricordi custoditi solo da poche persone che vorremmo far rivivere per sempre. Ad impreziosire la serata avremo come ospite il gruppo angerese “Quei de la Ringhiera” con repertorio di musiche popolari e in dialetto lombardo”. (Assessore Valeria Baietti)

La Marinaia: regia di Mariano Cangemi, che ha come protagonista l’angerese Anna Brovelli che racconta tutta la storia del set vissuta durante le riprese del Film “La Stanza del Vescovo” di Dino Risi girato sul Lago Maggiore.

Dal Festival Cortisonici Varese  “El Sueno Espacial” regia di Ignacio Malagon, “Magic Alps” regia di Andrea Brusa e Marco Scotuzzi  e “Scrambled” regia di Bastian Schravendeel.

Selezionati dalla direzione artistica del Cortomaggiore: “Zoe” del giovane Angerese Francesco Ponti ; “Siamo quasi all’alba” regia di Michele Bizzi, da un idea di Matteo Fanchin campione italiano di paratriathlon; “ X “ regia di Lucrezia Boggero; “Venti d’Insubria” regia di Agostino Alloro.

Da Piemonte movie: “Humus” regia di Simone Di Rocco e “Dandelion” regia di Elisa Talentino.

Al giovane angerese Matteo Jamundo è stata affidata la regia del festival, presenta Davide Longoni.  Coordinatore del palinsesto Pierluigi Parnisari e la direzione artistica è di Fabrizio Zaninelli.

Sarà presente lo scrittore locale Daniele Ossola che presenterà il suo racconto “Il delitto dell’isolino”.

L’ingresso libero.

In caso di maltempo la rassegna si svolgerà in Sala Consiliare ad Angera in Via Cavour.

Per info: turismo@comune.angera.it – Fb AngeraTurismo, tel. 0331931915