Milano, la mamma non e' più una sola

Tra le tante certezze ( antiche) c’era, ripeto c’era la massima: la mamma e’ una sola

La mamma sempre osannata:

 Per pronunciare la parola “mamma” la bocca bacia due volte.
(enricobattist, Twitter)

Una bambina a cui fu chiesto
dove fosse casa sua rispose
“Dove c’è la mamma”
(Anonimo)

Leggende, detti, cose passate ora nei comuni sinistrosi come Milano, ci sono altri valori e altri usi e costumi.

Le risposte da Destra, quella autentica, non si sono fatte attendere:

PROVOCATORIA SCENEGGIATA, PURE IN RITARDO RISPETTO AD ALTRE CITTA’ PIU’ PICCOLE”

La giunta di Milano, guidata dal sindaco Beppe Sala, ha deciso di registrare all'anagrafE cittadina un bimbo con due mamme, coppia omogenitoriale.
Caro Pierfrancesco Majorino arrivate un po’ tardi, dopo Torino, Roma, Catania e Gabicce Mare. Non siete più i pionieri dei diritti lgbt?
Ci stupiamo per lo scarso tempismo degli assessori del Comune di Milano alle Politiche sociali e ai Servizi Civici, Pierfrancesco Majorino e Roberta Cocco. 

Lo dichiara Riccardo De Corato, Assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale

«Nessuna forzatura della legge – precisa il sindaco –, se sono casi in cui la maternità è certa non ci possono essere rischi di tratta di bambini, se invece ci sono casi dubbi, rifletteremo. Abbiamo anche chiesto al Governo di darci indicazioni e siamo in attesa di una risposta», le parole di Sala. Altri commenti:
«Osserviamo con stupore che, in tema di diritti civili, a dettare la linea a Sala e Majorino è Selvaggia Lucarelli», ha commentato in una nota il capogruppo di Forza Italia in Regione Lombardia e consigliere comunale, Gianluca Comazzi

Selvaggia Lucarelli si esprimeva a favore

Lunedì su Il Fatto ho pubblicato la lettera di Corinna Marrone Lisignoli che con sua moglie Francesca avrà un bimbo i primi di giugno. (sono ricorse alla fecondazione assistita in Danimarca)
Corinna faceva un appello chiedendo a Sala e a Majorino di permettere loro di registrare entrambe all’anagrafe come genitori (e non solo la madre biologica), cosa che in Italia è accaduta in unico caso a Torino. (si è aggiunta Crema, mi dicono)
Ebbene, oggi Majorino ha risposto che non solo si farà, ma Milano sarà pioniera perchè quello che varrà per Francesca e Corinna varrà anche per chi in futuro, come loro, chiederà di far valere i propri diritti di genitore. 
È una bella notizia e una grande giornata. 
Un passettino dopo l’altro siamo sempre più un paese civile. 
Grazie Milano!

il mio commento

Se ci sono dubbi rifletteremo, dice Sala. Ma come farà? Pagherà un investigatore privato per sapere chi e' la mamma tra le due o più?

Quando crescerà il bimbo chi chiamerà mamma?

I commenti su facebook sono stupefacenti:Guardi, signor M.S., che in natura il maschio serve solo per la pura procreazione, dopo di che, quasi sempre, le "famiglie" sono costituite solo da femmine coi figli.

Il mondo e' bello perche' avariato si diceva..e a ragione.

Il mondo sta cambiando e bisogna adeguarsi ma le perplessità di tanti noi ci sono, beati coloro che hanno già deciso e le cui decisioni ricadono su altri che un giorno potrebbero non approvare. Nessuno si pone questi dubbi?

Giuseppe Criseo

Notizie in evidenza