L'Italiano Medio in vacanza all'estero

I salienti momenti irriverenti

 

La scelta della meta

L'Italiano Medio generalmente sceglie la meta del suo viaggio estivo con la regola del minimo costo-massima resa, dove per massima resa si intende, ovviamente, la presenza abbondante di gnocca, stereotipizzata come facile preda. Spagna, Cuba e Thailandia tra le mete più gettonate per questo scopo. Certamente non ammetteranno mai che mesi prima hanno googlato “gnoccatravels”, “come rimorchiare a Cuba” oppure “costo ragazze Bangkok”, eppure, Eureka! Meta trovata per il 2018.

Inizia il periodo di sbruffoneria pre-partenza, in quanto, l'Italiano Medio è il vero Latin Lover, macho, sicuro di sé, e convinto che non resterà mai all'asciutto.

 

I preparativi della valigia

La lista di ciò che va messo in valigia è certamente solo mentale, e molto breve:

Carica batterie del cellulare, per poter postare sui social in diretta tutte le avventure oltre confine; Litri e litri (entro i limiti doganali consentiti) di profumo e deodorante, per far capire alla “femmina”, senza necessità di parlare, con chi ha a che fare; L'intero investimento di € 9,90 per 144 goldoni, appena arrivato dal corriere, in pacco anonimo, dal sito comodo.it. Tutto il resto verrà stipato a casaccio in valigia un'ora prima della partenza.

Controllo e Decollo

Arrivato in aeroporto, già in tenuta da spiaggia: cappellino, t-shirt ed immancabili pinocchietto, si dirige ad imbarcare la valigia. Lo sguardo sicuro e spavaldo, con cui fissa la hostess a cui sta consegnando il bagaglio, con tanto di apprezzamento sulle gambe, si tramuterà in un vuoto cosmico alla richiesta di pagare il supplemento per il peso eccessivo del necessario per le vacanze. Inizierà a balbettare che non sapeva del limite di peso, per poi cercare di corrompere la hostess con tutto il suo savoir-faire, ma nel giro di qualche minuto, i risparmi per la prima notte di festa saranno devoluti alla compagnia aerea. Poco dopo, uscirà imprecando ad alta voce, per fumare l'ultima sigaretta, prima dei controlli di sicurezza. Sbollito e rilassato, cercherà in lontananza la più “gnocca” in servizio ai controlli personali, malauguratamente dovesse essere perquisito. Pochi minuti dopo, senza nemmeno guardare il biglietto, sarà seduto in aereo nel posto riservato da qualcun altro, intento a fissare la scollatura o le gambe della hostess di turno, che per tutto il volo sarà soprannominata spavaldamente “Tesoro” o “Bambolina”.

 

L'arrivo alla meta

Dopo un estenuante viaggio rigorosamente in classe economy, improntato sul mangio e bevo qualsiasi cosa offrano gratuitamente a bordo, compresa la merendina dimenticata dalla Sig.ra Maria che sedeva di fianco, eccolo, il nostro eroe, pronto a mercanteggiare, avvalendosi di strani idiomi ed abbondanti gesticolazioni, con il tassista che lo porterà al resort. La meta dei suoi sogni proibiti finalmente è raggiunta.

Il Villaggio rigorosamente in forma all-inclusive, uguale per forma, dimensione, colore e servizi, a quello dell'anno prima a Rimini, sarà la sua riserva di caccia alla gnocca per la prossima settimana.

Spiaggia e Aperitivo

Finalmente cominciano le vacanze, quella settimana a cavallo di Ferragosto per la quale risparmia da Gennaio. Disteso al sole come un drago di Comodo, con l'immancabile Beck's ghiacciata in mano, fissa l'andirivieni di ragazze in topless e perizoma, lanciando frecciatine a sfondo sessuale, totalmente incomprensibili per le autoctone, ma che provoca l'inarrestabile ilarità negli amici di viaggio.

Ormai rosso come un gamberone, dato che l'unico utilizzo che prevedeva per la crema solare, era spalmarla su qualche bel corpo mozzafiato, con il gruppo si dirige alle docce, per prepararsi di tutto punto alla serata.

La vita serale parte con il consueto aperitivo, la cui componente alcolica  non si avvicina neanche vagamente all'abituale Gin Tonic servito da Pietro del Bar Stazione. Lui sì che è un barman con i controXXX.

 

La notte

La transumanza avanza, tutti verso la discoteca, dove l'Italiano Medio può finalmente sfoggiare le perfette, indiscusse ed inimitabili doti da Playboy.

Subito un tavolo, con tanto di bottiglia di Champagne lowcost da sciabolare, in modo da attirare subito più ragazze possibile. La notte comincia come avevano previsto, contornati da fisici statuari e tacchi vertiginosi, ma saranno attratte da loro o dal bere gratis? I flash degli smartphone ultimo modello si susseguono per meglio documentare le Res Gestae, la convinzione di andare in goal sale nella loro testa e non solo, ma... la bottiglia è vuota. Il gruppo ha già speso troppo ed urge un piano di riserva. Si gioca il tutto per tutto con il portiere volante: battutine stupide e sguardi penetranti ad ogni essere femminile che respira! Purtroppo, nonostante la sfacciataggine italiana D.O.C. ricevono più rimbalzi loro di una palla durante una partita di basket. L'unica speranza rimane quella di pagare qualche escort per non usare i 144 goldoni di ciascuno come gavettoni per Ferragosto.

All'alba, esausti dal viaggio, dalla spiaggia, dall'alcool e dal sesso con qualche prostituta di basso livello, l'Italiano Medio va a distendersi nell'intimità della sua camera, puntando una sveglia alle 2 del pomeriggio, convinto che è stata solo la sfiga del primo giorno, e che domani sarà tutto un altro discorso.