Niente Ramadan a Gallarate

Il sindaco Andrea Cassani nega alla comunità islamica l’utilizzo dello spazio di via Pacinotti, utilizzato durante il mandato di Guenzani, per le celebrazioni legate al Ramadan

Durante il mandato dell’ex sindaco Guenzani nello spazio di via Pacinotti veniva montato un tendone che era diventato il punto di riferimento della comunità islamica del basso varesotto, ma con l’avvento dell’amministrazione di centrodestra guidata dal leghista Cassani l’aria è cambiata.
“Preghino altrove” dice il sindaco leghista Andrea Cassani consigliando di ritornare a farlo a Cardano al Campo come lo scorso anno.
Il Ramadan si celebra nel nono mese dell’anno secondo il calendario islamico e ha una durata di 29 o 30 giorni secondo in base alle fasi lunari.
Per gli islamici il Ramadan è il mese del digiuno in commemorazione della prima rivelazione del Corano a Maometto.
Quest’anno il Ramadan inizierà al tramonto del 15 maggio (martedì prossimo) e terminerà il 14 giugno con la celebrazione dello Id al-fitr la cosiddetta festa della interruzione (del digiuno), detta anche la "festa piccola" (id al-saghir).
Durante il periodo del digiuno i fedeli mangiano, non bevono non fumano e non praticano il sesso.
Cibo e bevande possono essere consumati prima dell’alba e dopo il tramonto.
Nello stesso periodo devono anche evitare comportamenti peccaminosi come insulti, calunnie, menzogne o bestemmie e le azioni violente, escluse quelle per legittima difesa.
Per gli islamici è il mese più importante dell’anno e ogni sera in quel mese si incontrano insieme per pregare.
L’amministrazione gallaratese anche quest’anno ha reso noto alla comunità islamica locale di non avere spazi pubblici da destinarsi a culto di Allah.
Andrea Cassani pensa che la comunità islamica si sia trovata più che bene negli spazi messi a disposizione dell’amministrazione di Cardano al Campo che si è dimostrata accogliente e soddisfatta e pertanto pensa che la cosa possa essere tranquillamente ripetuta anche quest’anno.
Il campo sportivo Le Biolle di Cardano al Campo potrebbe anche quest’anno ospitare tutti gli incontri religiosi che lo scorso anno ebbero successo con la presenza di quasi 500 fedeli alla festa del Eid al Adha (festa del sacrificio) celebrata tra il 31 agosto e il 4 settembre.
La loro presenza non aveva creato nessun problema all’amministrazione cardanese, tradizionalmente molto aperta al dialogo interreligioso che aveva accolto la comunità islamica in passato sia nel palazzetto di via Carreggia per la Festa del Sacrificio, sia il crossdromo al Ciglione per una festa della interruzione.

Notizie in evidenza