Il 4 settembre 1888 nacque Oskar Schlemmer

Il 4 settembre 1888 nacque Oskar Schlemmer Il 4 settembre 1888 nacque a Stoccarda l’artista Oskar Schlemmer. Fu tra i primi a dare adesione al Bauhaus, porando nel movimento la sua esperienza e le sue idee innovative sull’arte e soprattutto sul teatro. Una delle sue opere coreografiche più importanti è il Balletto triadico (Triadisches Ballett), su musiche di Paul Hindemith. Nella visione di Schlemmer, l’attore-danzatore è una macchina e il suo corpo un me...

Il 4 settembre 1888 nacque Oskar Schlemmer Il 4 settembre 1888 nacque a Stoccarda l’artista Oskar Schlemmer. Fu tra i primi a dare adesione al Bauhaus, porando nel movimento la sua esperienza e le sue idee innovative sull’arte e soprattutto sul teatro. Una delle sue opere coreografiche più importanti è il Balletto triadico (Triadisches Ballett), su musiche di Paul Hindemith. Nella visione di Schlemmer, l’attore-danzatore è una macchina e il suo corpo un meccanismo attivato degli stimoli profondi e primitivi dell’energia creativa. La figura umana ridotta a una sintesi bidimensionale, come una marionetta, è anche al centro della sua pittura. Nel 1933, con la salita al potere del nazismo, che reputava “degenerata” la sua arte, perse la carica di docente a Breslavia. Si trasferì a Eichberg e poi a Sehringen, senza però ottenere consenso per il proprio lavoro. Negli ultimi anni di vita lavorò a Wuppertal, presso una fabbrica di vernici, il cui proprietario gli concesse di esprimersi senza temere la persecuzione a parte dei nazisti. I suoi ultimi dipinti, da lui chiamati “Fensterbilder” (Immagini finestra), mostrano scene semplici, realizzate osservando fuori dalla finesra di casa sua il vicinato intento alle attività quotidiane. Morì a Baden-Baden il 13 aprile 1943. Roberto Malini Cultura e Diritti Civili Varese Press Nelle foto, “Scalinata Bauhaus”, 1932; “Davani allo specchio” e alcune “Fensterbilder”