Il 18 settembre 1926 è nato Joe Kubert, genio del fumetto

Il 18 settembre 1926 è nato Joe Kubert, genio del fumetto di Roberto Malini Il 18 settembre 1926 è nato nello shtetl (villaggio ebraico) di Yzeran, nel sudest della Polonia (oggi territorio ucraino) Joe Kubert, uno degli autori più importanti della storia del fumetto. Quando aveva solo due mesi, la sua famiglia ebraica - lui, i genitori e la sorella maggiore di due anni - è emigrata a New York, nel quartiere di Brooklin, ma attraverso i racconti dei genitori, il bambino è cresciuto mantenend...

Il 18 settembre 1926 è nato Joe Kubert, genio del fumetto di Roberto Malini Il 18 settembre 1926 è nato nello shtetl (villaggio ebraico) di Yzeran, nel sudest della Polonia (oggi territorio ucraino) Joe Kubert, uno degli autori più importanti della storia del fumetto. Quando aveva solo due mesi, la sua famiglia ebraica - lui, i genitori e la sorella maggiore di due anni - è emigrata a New York, nel quartiere di Brooklin, ma attraverso i racconti dei genitori, il bambino è cresciuto mantenendo un solido legame verso le tradizioni degli ebrei aschenaziti. Lo shtetl di Yzeran verrà distrutto dai nazisti e i suoi abitanti prima ghettizzati, poi deportati nel campo di sterminio di Belzec. Joe si rivela ben presto un bambino prodigio e e il suo talento nel disegno è incoraggiato dalla famiglia. A soli undici anni lavora come disegnatore professionista e guadagna cinque dollari a tavola, come i suoi colleghi adulti. Studia alla Manhattan’s High School of Music and Art, poi lavora per diversi editori, seguendo una carriera inarrestabile. A diciassette anni entra alla All-American Publications, che confluirà nella DC Comics. Il suo nome è associato a personaggi che hanno fatto la storia del fumetto, come Hawkman, Sgt Rock, Flash e tanti altri. Nel 1976 fonda la Scuola di Fumetto e Grafica “Joe Kubert”, che negli anni formerà tanti celebri autori. Uno dei suoi capolavori è la novella grafica “Yossel”, che racconta le vicende di Yzeran, suo villaggio natale, e della sua gente deportata nel ghetto di Varsavia e poi a Belzec, durante la Shoah. Joe Kubert è morto a New York il 12 agosto 2012. Nelle foto, alcune tavole dalla novella grafica “Yossel”