Busto:SERATA BA FILM FESTIVAL A VILLA CALCATERRA

OGGETTO: SERATA BA FILM FESTIVAL A VILLA CALCATERRA   Dopo il successo delle prime proiezioni che hanno registrato il tutto esaurito, il 22 luglio è in programma il terzo appuntamento della rassegna cinematografica estiva promossa dall’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni, in collaborazione con l’Amministrazione comunale. La serata è organizzata dal BA Film Festival: un festival che prosegue oltre la tradizionale settimana primaverile di full immersion nel mondo del cinema è ...

OGGETTO: SERATA BA FILM FESTIVAL A VILLA CALCATERRA   Dopo il successo delle prime proiezioni che hanno registrato il tutto esaurito, il 22 luglio è in programma il terzo appuntamento della rassegna cinematografica estiva promossa dall’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni, in collaborazione con l’Amministrazione comunale. La serata è organizzata dal BA Film Festival: un festival che prosegue oltre la tradizionale settimana primaverile di full immersion nel mondo del cinema è sempre stato l'obiettivo degli organizzatori. Dopo l'incontro di sabato 11 luglio con Gabriele Salvatores alla Milanesiana, il Baff propone un'altra serata estiva all'insegna del film d'autore. Mercoledì 22 luglio a Villa Calcaterra alle 21.30 (via Magenta 70, ingresso gratuito) Steve Della Casa, direttore artistico della manifestazione, introdurrà la proiezione di Vergine giurata, lungometraggio di esordio di Laura Bispuri. Presentato quest'anno in concorso al Festival di Berlino, il film ha vinto il Globo d'oro come miglior opera prima e il premio “Nora Ephron” al  Tribeca Film Festival di New York. La pellicola, interpretata da Alba Rohrwacher, narra la storia di Hana, una bambina che cresce sulle montagne albanesi, dove vige una cultura arcaica, maschilista, basata sull’onore, che non riconosce alle donne alcuna libertà. Per sfuggire al suo destino Hana giura di rimanere vergine, prende il nome di Marc, ottenendo così gli stessi diritti dei maschi, ma rinunciando alla sua femminilità e ad ogni forma di amore. Un rifiuto che diventerà la sua prigione. Ma qualcosa di vivo si agita sotto alle nuove vesti e questo sarà l’inizio di un viaggio a lungo rimandato. Vergine giurata era stato premiato come miglior opera prima anche a Busto Arsizio a marzo, nel corso dell'ultima edizione del Baff, e la produttrice Marta Donzelli era intervenuta a una conferenza stampa a Villa Calcaterra, sede dell'Istituto Antonioni, raccontandone la lavorazione.   L'appuntamento del 22 luglio, targato B.A. Film Festival, oltre che dalla collaborazione con l'amministrazione comunale di Busto Arsizio, è reso possibile dal sostegno della Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus. La B.A. Film Factory, organizzatrice del festival, ha infatti vinto il bando denominato “Arte e cultura”, indetto dalla Fondazione, che mira a valorizzare il  territorio e il suo patrimonio artistico attraverso la promozione di eventi culturali, realizzati in sinergia con altre associazioni. Tra le iniziative già presentate alcune serate con i Mandolinisti Bustesi e alcune sezioni del B.A. Film Festival.