Comacchio, multe a chi abbandona rifiuti nei sette lidi

Con l'arrivo della bella stagione che diventa ancora più estiva nella zona suggestiva dei Lidi di Comacchio che incantano e si affollano di anno in anno soprattutto nei mesi caldi.

Conseguentemente a questo arrivo dei proprietari delle seconde case e dei turisti si ripete ciclicamente l'effetto discarica ai danni di aree verdi dei Lidi, che spesso affiancano strade poco fequentate. 

Quest'anno al Lido degli Estensi la lotta contro l'abbandono indiscriminato dei rifiuti si avvale delle telecamere mobili a infrarossi, integrato dall'arrivo delle guardie particolari giurate volontarie (Gpgv) di Legambiente.

Pertanto chi fosse colto in flagranza anche dai volontari del Servizio di vigilanza ambientale di Legambiente a depositare frigoriferi, televisori, materassi, macerie di risulta da cantiere, mobili obsoleti, andrà incontro a multe salate che partiranno dalla cifra base di 600 euro, come prevede il Codice dell'Ambiente. 

Pertanto la società Clara spa, che gestisce lo smaltimento rifiuti in città, ricorda che è attivo il servizio di ritiro domiciliare su chiamata gratuita una volta all'anno per un'ampia gamma di rifiuti ingombranti, quali elettrodomestici, cucine e fornelli, sanitari, reti e materassi, mobili in legno e in ferro e quant'altro, ma anche per verde e ramaglie, per macerie da cantiere.

Oppure i cittadini possono rivolgersi al Centro di raccolta in via Collettore Adige, 3 a Comacchio, o ai servizi dell'Ecomobile e dell'Ecostop, ai quali lasciare appunto i vari oggetti e rifiuti ingombranti e non, del caso.