INVERTIAMO LA ROTTA – CONTRO LA DITTATURA DEL PENSIERO UNICO Gianfranco Amato e Giuseppe Povia insieme a Borsano il 13 dicembre

INVERTIAMO LA ROTTA – CONTRO LA DITTATURA DEL PENSIERO UNICO
Gianfranco Amato e Giuseppe Povia insieme a Borsano il 13 dicembre
per un evento che vi lascerà sbalorditi Che cosa c’entrano il Presidente dei Giuristi per la Vita e il vincitore del Festival di Sanremo del 2006? Che cosa ci fanno sullo stesso palco un avvocato e un cantante? Quale rotta vogliono invertire e perché? E ancora, che cosa è la teoria gender? Siamo veramente ...

INVERTIAMO LA ROTTA – CONTRO LA DITTATURA DEL PENSIERO UNICO Gianfranco Amato e Giuseppe Povia insieme a Borsano il 13 dicembre per un evento che vi lascerà sbalorditi Che cosa c’entrano il Presidente dei Giuristi per la Vita e il vincitore del Festival di Sanremo del 2006? Che cosa ci fanno sullo stesso palco un avvocato e un cantante? Quale rotta vogliono invertire e perché? E ancora, che cosa è la teoria gender? Siamo veramente liberi? Ma soprattutto … chi comanda il mondo? Questa e molte altre domande troveranno risposta in un evento unico, un format cultural musicale che vi scuoterà dal torpore e porterà alla luce processi di cui non immaginavate l’esistenza. Invertiamo la rotta – contro la dittatura del pensiero unico traccerà le coordinate, mostrerà criteri, risvolti e istanze della più radicale rivendicazione destrutturante della realtà umana. Appuntamento il 13 dicembre alle 20.30 presso la sala di Comunità Aurora di Borsano (Busto Arsizio) in via San Pietro 15 per due ore di musica e informazione insieme a Gianfranco Amato e Giuseppe Povia, che pur provenendo da percorsi differenti si sono trovati nella loro vita ad essere vittime di minacce e intimidazioni soltanto per aver avuto il coraggio di fare affermazioni contrarie al pensiero unico. Il gruppo culturale della Parrocchia SS Apostoli Pietro e Paolo, in collaborazione con varie associazioni tra cui Scienza e Vita, il Movimento per la Vita-Giovani, il Centro Aiuto alla Vita, promotori dell’evento, si rivolgono in particolare a tutti i cittadini che vogliono vivere il nostro tempo in maniera consapevole, guardare in faccia le sfide di oggi e capire cosa si cela davvero dietro la cosiddetta cultura dei “nuovi diritti” che sembra sempre più simile ad una dittatura. Un’occasione unica per aprire gli occhi, una possibilità di testare con mano che musica e informazione possono fondersi per invertire la rotta.