SOMMA/STAZIONE FERROVIARIA: LA SALA D'ATTESA EX DORMITORIO CHIUSA

SOMMA, FOTO ELOQUENTI.                             SOMMA/STAZIONE FERROVIARIA, LA SALA D'ATTESA EX DORMITORIO CHIUSA: non è una novità, purtroppo, ma visto che le cose non migliorano ne parliamo. Le foto sintetizzano bene la situazione: visto che c'è il disinteresse generale sui luoghi pubblici rilanciamo il tema con la protesta dei pendolari sulla sala d'attesa visto che all'inizio si trovavano ospiti indesiderati e n...

SOMMA, FOTO ELOQUENTI.                             SOMMA/STAZIONE FERROVIARIA, LA SALA D'ATTESA EX DORMITORIO CHIUSA: non è una novità, purtroppo, ma visto che le cose non migliorano ne parliamo. Le foto sintetizzano bene la situazione: visto che c'è il disinteresse generale sui luoghi pubblici rilanciamo il tema con la protesta dei pendolari sulla sala d'attesa visto che all'inizio si trovavano ospiti indesiderati e non era certo il luogo per dormire, poi la chiusura senza tempi precisi. C'è tanta disperazione in giro, italiani e stranieri senza casa, senza lavoro e senza opportunità, e vista la carenza di case, alcuni disperati avevano cominciato a dormire nella sala d'attesa. Le proteste dei pendolari hanno sortito la chiusura. I luoghi pubblici devono essere sicuri ed igienicamente a posto, e chi li frequenta non deve trovarsi di fronte a situazioni di degrado, segno che gli interventi pubblici comunali e non solo, non riescono a sopperire ai bisogni di tutti. La guerra dei poveri non può però trasformarsi in sopraffazione, illegalità e luogo di spaccio. I poveri vanno assistiti e pesata la loro condizione per capire come e perchè siano arrivati a tale degrado, mentre i pendolari che pagano devono avere un servizio adeguato: pulito e riscaldato. Dobbiamo aggiungere altro? Giuseppe Criseo Varese Press