Golasecca tra gli 850 comuni in cui sono proibiti i fuochi d'artificio

tra gli 850 comuni in cui sono proibiti i fuochi d'artificio. Botti di Capodanno: Sono oltre 850 i Comuni italiani che hanno proibito i fuochi d'artificio, mortaretti, stelle filanti e altri fuochi pirotecnici.
Capodanno ormai è alle porte e sono sempre di più ormai i Comuni italiani che hanno raccolto l’appello lanciato dalle associazioni animaliste per limitare o vietare l’uso di botti e petardi per festeggiare la notte di San Silvestro. Ma il divieto è stato i...

tra gli 850 comuni in cui sono proibiti i fuochi d'artificio. Botti di Capodanno: Sono oltre 850 i Comuni italiani che hanno proibito i fuochi d'artificio, mortaretti, stelle filanti e altri fuochi pirotecnici. Capodanno ormai è alle porte e sono sempre di più ormai i Comuni italiani che hanno raccolto l’appello lanciato dalle associazioni animaliste per limitare o vietare l’uso di botti e petardi per festeggiare la notte di San Silvestro. Ma il divieto è stato introdotto anche per salvaguardare la sicurezza dei cittadini. Da Nord a Sud, sono più di 850 i Comuni che hanno proibito i fuochi d’artificio, mortaretti, stelle filanti e altri fuochi pirotecnici. Tra i tanti comuni anche quello di Golasecca (VA), dove il sindaco Claudio Ventimiglia in data 27 dicembre ha firmato l'Ordinanza n.54/2017 valida fino al giorno 8 gennaio 2018 compreso avente per oggetto: DIVIETO DI UTILIZZO DI PETARDI E ARTIFICI PIROTECNICI DI QUALSIASI GENERE NEL TERRITORIO COMUNALE. ordinanza: IL SINDACO PREMESSO che la Legge N. 125/2008 ha modificato l’art.54 del D.Lgs. 267/2000 circa le attribuzioni del Sindaco nei servizi di competenza statale, meglio disciplinate con Decreto del Ministero dell’Interno che ha stabilito che i Sindaci possono intervenire per tutelare l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana e per gestire attività di prevenzione e di contrasto anche nelle situazioni in cui si verificano comportamenti che alterano il decoro urbano; CONSIDERATO che è diffusa la consuetudine di celebrare le festività natalizie e di fine anno con l’accensione e lo sparo di petardi e altri artifici pirotecnici di vario genere, anche di libera vendita; CONSIDERATO che gli stessi, anche se ammessi alla libera vendita al pubblico, possono comunque provocare lesioni e considerevoli danni fisici, anche di rilevante entità, sia a chi li maneggia sia a chi ne venga fortuitamente colpito; CONSIDERATO altresì che gli stessi artifici pirotecnici possono provocare, a causa dello spavento indotto dal rumore prodotto e dagli effetti luminosi emanati, grave pericolo per gli animali, specie per quelli di affezione, che possono riportare gravi problemi fisici, ovvero fuggire dalle abitazioni, determinando problematiche di varia natura (tra le quali anche incidenti stradali); RITENUTO necessario tutelare la sicurezza di ciascuno e migliorare le condizioni di vivibilità nel centro urbano, salvaguardando la convivenza civile e la coesione sociale; PRESO ATTO che nel territorio comunale si riscontrano talvolta comportamenti scorretti nell’utilizzo di petardi e artifici pirotecnici in genere; RITENUTO necessario limitare il più possibile l’uso incontrollato di artifici pirotecnici anche di libera vendita; VISTO il D.Lgs. N. 152 del 03/04/2006; C O M U N E D I G O L A S E C C A Provincia di Varese Piazza Libertà, 3 – 21010 Golasecca Tel. 0331.959414 Fax 0331.959329 e-mail: polizialocale@comune.golasecca.va.it – pec: polizialocale.comune.golasecca@pec.regione.lombardia.it Pagina 2 di 2 VISTA la circolare 11/01/2001 del Ministero dell’Interno recante disposizioni in ordine alla sicurezza e alla tutela dell’incolumità pubblica in occasione dell’accensione di fuochi artificiali autorizzati ai sensi dell’art. 57 del T.U.L.P.S.; VISTI gli Artt. 7-bis, 50 e 54 del D.Lgs. 267 del 18/08/2000; VISTA la Legge N. 689 del 24/11/1981; ORDINA È vietato far esplodere petardi e/o qualsiasi altro artificio pirotecnico, in qualsiasi tipo di luogo, coperti o scoperti, pubblici o privati, ed in ogni via, piazza o area pubblica, fatto salvo ove vi siano regolari autorizzazioni rilasciate secondo la vigente normativa. Non è consentito raccogliere eventuali artifici inesplosi ed affidare ai minorenni prodotti che, anche se non siano loro espressamente vietati, richiedano una certa perizia nel loro impiego e comportino comunque situazioni di pericolo in caso di utilizzo maldestro. La violazione alla presente Ordinanza comporta l’applicazione della sanzione amministrativa da € 25,00 a € 500,00 come previsto dall’Art. 7-bis del D.Lgs. N. 267 del 18/08/2000, nonché il sequestro del materiale pirotecnico utilizzato o illecitamente detenuto, ai sensi dell’Art. 13 della Legge 689 del 24/11/1981, ai fini della successiva confisca ai sensi dell’Art. 20 della medesima Legge, fatta salva l’applicazione di ulteriori ed eventuali sanzioni penali o amministrative. Il presente provvedimento ha effetto e validità dal giorno 27/12/2017 al giorno 08/01/2018. La presente Ordinanza sarà pubblicata sul sito istituzionale del Comune di Golasecca e ne verrà data la più ampia diffusione anche mediante esposizione in luoghi ed esercizi pubblici. Inoltre sarà inviata al Prefetto di Varese (VA). A norma dell’Art. 3 comma 4 della Legge 241/1990, avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso al T.A.R. Lombardia entro 60 giorni dalla pubblicazione all’Albo Pretorio on-line, ovvero può essere proposto ricorso straordinario al Capo dello Stato, entro 120 giorni dalla pubblicazione. La Polizia Locale e le Forze di Polizia sono incaricate di far osservare la presente Ordinanza. IL SINDACO Claudio Ventimiglia Copia originale firmata agli atti dell’ufficio