Dagli Stati Uniti Samsung annuncia richiamo 2,8 milioni di lavatrici. Rischio ferite impatto durante l'uso

COMUNICATO STAMPA Dagli Stati Uniti Samsung annuncia richiamo 2,8 milioni di lavatrici. Rischio ferite impatto durante l'uso Un altro duro colpo alla reputazione della società. Dopo il maxi ritiro degli smartphone Galaxy Note 7, il colosso sudcoreano Samsung sta effeuutando un richiamo di 2,8 milioni di lavatrici per rischio ferite da “impatto” durante l'uso. E’ quanto riporta la Consumer Product Safety Commission, la Commissione statunitense sulla sicurezza dei beni di consumo, che ha spiega...

COMUNICATO STAMPA Dagli Stati Uniti Samsung annuncia richiamo 2,8 milioni di lavatrici. Rischio ferite impatto durante l'uso Un altro duro colpo alla reputazione della società. Dopo il maxi ritiro degli smartphone Galaxy Note 7, il colosso sudcoreano Samsung sta effeuutando un richiamo di 2,8 milioni di lavatrici per rischio ferite da “impatto” durante l'uso. E’ quanto riporta la Consumer Product Safety Commission, la Commissione statunitense sulla sicurezza dei beni di consumo, che ha spiegato che i piani possono staccarsi durante l'uso. L'agenzia ha inoltre riferito che la società ha ricevuto più di 700 segnalazioni di incidenti e nove segnalazioni di feriti, tra cui una mascella rotta. Il richiamo colpisce 34 modelli a carica dall'alto venduti in vari negozi a partire dal 2011. Samsung informa che provvederà alla messa in sicurezza gratuita del prodotto, indipendentemente dalla data di acquisto, includendo riparazioni in casa, sconti e rimborsi. Anche i consumatori riceveranno un kit di etichette con le istruzioni d'uso e fino a quando non li riceveranno si consiglia di utilizzare le lavatrici con cicli a basse velocità di rotazione di oggetti ingombranti. In aprile 2013, Samsung aveva avviato uno delle più grandi campagne di richiamo d'Australia di circa si erano verificati un'ondata di incendi nelle case che si ritiene essere stati causati da rondelle Samsung. Il richiamo è senza precedenti nella sua dimensione e complessità. Nell’attività a tutela dei consumatori Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, ancora una volta anticipa in Italia l’avvio di procedure di tal tipo da parte delle multinazionali anche a scopo preventivo, poiché non sempre tutti coloro che possiedono un prodotto tra quegli indicati viene tempestivamente informato. Lecce, 4 novembre 2016 Giovanni D’AGATA