Yogurt bianco e pappa reale della Parmalat richiamato

Yogurt bianco e pappa reale della Parmalat richiamato perchè contiene pericolosi corpi estranei. Ritirati dal mercato vasetti KYR venduti dai supermercati Auchan in tutta Italia.
  Una notizia che lo “” ha anticipato lo scorso 20 febbraio riportando l'annuncio del sistema di allerta rapido per gli alimenti e i mangimi europeo (RASFF). Premesso che i cartelli sul ritiro Parmalat si sono visti molto poco nei supermercati e nei punti vendita, va però detto...

Yogurt bianco e pappa reale della Parmalat richiamato perchè contiene pericolosi corpi estranei. Ritirati dal mercato vasetti KYR venduti dai supermercati Auchan in tutta Italia.   Una notizia che lo “” ha anticipato lo scorso 20 febbraio riportando l'annuncio del sistema di allerta rapido per gli alimenti e i mangimi europeo (RASFF). Premesso che i cartelli sul ritiro Parmalat si sono visti molto poco nei supermercati e nei punti vendita, va però detto che alcune catene hanno dato l’annuncio sui loro siti. Oggi infatti,dopo che alcune catene hanno dato l’annuncio sui loro siti, adesso arriva direttamente anche dai supermercati Auchan la segnalazione che ha richiamato e ritirato dai punti vendita in Italia due lotti KYR YOGURT PAPPA REALE e KYR YOGURT BIANCO (Z 01/03 e Z 02/03) in vasetti da 2x125 grammi, che potrebbero mettere a rischio la salute se consumati. Tutti  i prodotti richiamati sono prodotti nello stabilimento della Parmalat Spa a L.N.U.F. - Laval Zi De Touches Bd Arago 53810 CHANGE (FR). Secondo quanto si legge nel comunicato diffuso da PARMALAT Spa, motivo del richiamo è: possibile presenza di corpi estranei, frammenti di spago. Il provvedimento, disposto è in via del tutto precauzionale. I clienti che hanno acquistato il prodotto sopra indicato, conclude il comunicato, sono pregati di restituirlo al punto vendita che procedera’ al rimborso oppure contattare il numero verde Parmalat 800 848 020. Ci scusiamo per il disagio Parmalat spa. Nell’ottica d’informazione quotidiana ai consumatori in materia di allerte alimentari, lo “ Sportello dei Diritti” nella persona del presidente Giovanni D'Agata, ricorda che la procedura di richiamo riguarda il lotto in questione ed in caso di acquisto di provvederne alla restituzione presso il relativo esercizio che dovrà provvedere anche a rimborsarne il prezzo. Ora alle autorità sanitarie spetta il compito di controllare che tutte queste operazioni vengano realizzate in modo corretto. Lecce, 22 febbraio 2018                                                                                                                                                                                              Giovanni D’AGATA