GDF RAVENNA: MULTATI 4 TABACCAI PER VENDITA DI SIGARETTE A MINORI.

: MULTATI 4 TABACCAI PER VENDITA DI SIGARETTE A
MINORI. Dal 1 maggio 2013 è in vigore l'ordinanza del Ministro della Salute che ha innalzato il divieto di vendita delle sigarette elettroniche con presenza di nicotina, da 16 a 18 anni. Per saperne di più vai al sito del  Ministero della Salute. Non è quindi da ora che vige tale, talvolta sottovalutato dai tabaccai per evidenti motivi, ma anche dai minori attratti dal divieto e incuranti dei danni alla sa...

: MULTATI 4 TABACCAI PER VENDITA DI SIGARETTE A MINORI. Dal 1 maggio 2013 è in vigore l'ordinanza del Ministro della Salute che ha innalzato il divieto di vendita delle sigarette elettroniche con presenza di nicotina, da 16 a 18 anni. Per saperne di più vai al sito del  Ministero della Salute. Non è quindi da ora che vige tale, talvolta sottovalutato dai tabaccai per evidenti motivi, ma anche dai minori attratti dal divieto e incuranti dei danni alla salute. Segue il comunicato ufficiale: La Guardia di Finanza di Ravenna ha sanzionato quattro tabaccai sorpresi a vendere sigarette a dei minori. Sono questi gli esiti dei controlli eseguiti nei giorni di venerdì e sabato dalle Fiamme Gialle bizantine, sempre attente alla salute dei cittadini, soprattutto quando si tratta dei più giovani. I Finanzieri hanno rivolto la loro attenzione verso le tabaccherie dislocate in prossimità di istituti scolastici superiori e nelle immediate vicinanze dei luoghi di maggiore aggregazione giovanile della Città. Nel corso dei servizi, le pattuglie hanno notato alcuni ragazzi che entravano all’interno delle tabaccherie per acquistare un pacchetto. Fermati a pochi passi dalle rivendite, si è avuta la conferma della loro minore età. In tale contesto, le Fiamme Gialle hanno accertato che gli esercenti, noncuranti del divieto imposto dalla legge, avevano venduto sigarette a minorenni violando l’obbligo, in caso di dubbio sulla maggiore età dell’acquirente, di richiedere l’esibizione di un documento d’identità. Ai quattro tabaccai è stata pertanto contestata la violazione del “divieto di vendita dei prodotti del tabacco ai minori di anni 18”, che dal 2016 prevede una sanzione amministrativa pecuniaria che varia da 500 a 3.000 euro, con sospensione per 15 giorni della licenza all’esercizio dell’attività. In caso di recidiva, si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000 a 8.000 euro e la revoca della licenza da parte dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.